Indice

L'imperialismo europeo ed americano
funzionano troppo bene

L'imperialismo europeo ed americano funzionano troppo bene

I dodici saggi tradotti dal Gegenstandpunkt non solo documentano ed analizzano cinque anni di politica imperialistica sia americana sia europea ma rispondono anche alla questione sulle ragioni della povertà nel terzo mondo, del razzismo e della xenofobia nelle metropoli capitalistiche e trattano degli sbagli nella critica all’imperialismo.

246 pagine     12.– €     ISBN 3-929211-10-6

Dove si può comprare le pubblicazioni di Gegenstandpunkt in italiano in Italia


Il problema sostanziale:

L’imperialismo europeo ed americano funzionano troppo bene

Argomenti contro il capitalismo democratico
con le sue ben note brutalità

12 saggi sul tema
a cura di Karl Held

GegenStandpunkt Verlag

Indice
Indice in versione PDF

Premessa
L’imperialismo americano ed europeo funzionano troppo bene!
Versione PDF

Il terrore contro gli Stati Uniti e la guerra americana contro il terrore
Un attacco cambia il mondo – oppure no?

1. Gli Stati Uniti hanno fatto molta strada
2. Nazionalisti in tutto il mondo ne soffrono
3. Il terrore – la controviolenza dell’impotenza
4. “Coalizione globale contro il terrore”
    La proclamazione del “Caso di Alleanza” della Nato
    Il coinvolgimento dell’ONU con tutti i suoi “poteri di veto”
    L’incresciosa difficoltà negli e con gli Stati e popoli islamici
5. “Niente sarà più come prima!”
Versione PDF

La strategia militare americana per il nuovo secolo Il mondo intero come potenziale minaccia – l’autodifesa impone il controllo totale della concorrenza tra le nazioni
L’analisi statunitense della minaccia globale – lo specchio della pretesa di una dominazione mondiale intoccabile
Il programma: rendersi inattaccabile per conquistare la libertà di ordinare militarmente il mondo
La giusta causa del dominio del mondo giustifica ogni mezzo, anche quelli di “sterminio di massa”, il cui accesso deve essere impedito agli altri Stati o, nel caso ne siano già in possesso, vanno loro sottratti
Dichiarazione di guerra al resto del mondo – sia nemico che amico
Versione PDF

La crociata americana contro il terrorismo – 2. tappa: la guerra all’Iraq
L’allineamento del mondo disgrega il “libero occidente”

Versione PDF

L’Unione Europea non vuole lasciare il nuovo ordine mondiale nelle mani dei soli americani. Il che significa:
Occorre che l’Europa rafforzi le sue capacità d’intervento armato!
1. L’Europa avvisa il resto del mondo
2. Tentativi pratici di rifiuto di un monopolio americano di ordine globale
3. “Insieme siamo forti!” – l’inasprimento delle questioni di potere all’interno dell’UE
Post scriptum: Rispetto alla Germania in particolare
Versione PDF

Libertà in avanzata, rivoluzioni via scheda elettorale
L’America dona ai popoli del mondo elezioni libere

1. Il prezioso bene della libera scelta
    Il voto libero funziona alla meglio dove è a casa: nelle democrazie capitalistiche
    Dittatura oppure “democrazia non consolidata”: Perché in questi paesi il libero voto funziona un po’ diversamente
    La pretesa di elezioni libere …
2. Se l’appello per libere elezioni risuona dall’estero
    La libertà arriva con le bombe: guerra per elezioni
    “Regime Change” nel Nuovo Est: elezioni come sostituto di guerra
Versione PDF

Crisi ed economia di guerra negli Stati Uniti
A. La crisi economica ed il suo affrontamento politico
I. Il Crash
II. La politica contro la crisi – all’americana
1.) Con giuramenti di fedeltà e minacce di risarcimento contro l’onda di fallimenti della “New Economy”
2.) Riduzioni fiscali per rinforzare l’economia americana
3.) Un programma statale di promozione per i settori nazionali sofferenti
4.) L’affrontamento all’americana della crisi nella periferia dell’Impero: a quale Stato è permesso che cosa?
B. L’economia di guerra
I. Una mobilitazione interna
II. Excursus sul tema “finanziaria della guerra”
1.) Nota sulla natura capitalistica delle finanze statali in generale: “faux frais” a credito
2.) Nota sui vantaggi economici relativi alle spese per gli armamenti: accrescimento della ricchezza capitalistica attraverso la riproduzione dei mezzi di distruzione che viene permanentemente ampliata
3.) Dal budget per gli armamenti al finanziamento della guerra e viceversa: la “forza maggiore” come danno nazionale
III. Un’economia di guerra mondiale di tipo nuovo
1.) Crediti di guerra all’americana
2.) Effetti politici voluti ed effetti economico-politici meno voluti della guerra al terrore: tanta distruzione ed il resto non è più sicuro
a. Guerra al terrore nella regione fra l’India ed il Mediterraneo
b. Pretese ed effetti collaterali per il resto degli Stati
3.) La nuova qualifica aggiuntiva dell’economia di mercato mondiale è quella di economia di guerra
Versione PDF

Sul confronto internazionale dei salari nei tempi di crisi economica e guerra al terrore
Versione PDF

L’Italia combatte per mantenere il suo posto nella serie A delle nazioni di Eurolandia:
Con un nuovo livello di povertà per un bilancio di Stato conforme alle norme europee
Una riforma federalista per “il rafforzamento delle regioni”: con il diritto costituzionale per l’abbandono definitivo di un grande progetto nazionale
La riforma della sanità: una medicina classista per la società classista italiana
La riforma del sistema pensionistico: un attacco dello Stato alla conquista sociale per antonomasia
La riforma del mercato del lavoro: l’adattamento del diritto al lavoro al mondo del lavoro realmente esistente
La riforma della legge sull’immigrazione: senza contributo al prodotto nazionale non c’è permesso di soggiorno
La riforma del rapporto di lavoro contrattuale: manovre statali per una diretta riduzione dei salari e per imporre nuove libertà per gli imprenditori
La riforma per l’adattamento dell’amministrazione della povertà agli standard europei: piuttosto un progetto a lungo termine
La presentazione ufficiale delle riforme del governo e le reazioni suscitate: gli avvocati della parte lesa criticano “l’abuso di potere berlusconiano”
Versione PDF

Lettera di un lettore:
Perché ci sono tanti poveri nei paesi in via di sviluppo?
La semplice risposta…
… e un commento rispetto alla domanda
Versione PDF

Il perché e il percome del razzismo
I. Il comune patriottismo è la base del razzismo
II. I vari tipi di razzismo
III. Il razzismo praticato dai cittadini
IV. Il razzismo propagato dallo Stato
Versione PDF

Attac
L’offerta da discount fra coloro che vogliono riformare il mondo

1. “L’altro mondo” di Attac
2. Le analisi di Attac
    In nome della morale della comunità
    In armonia con le necessità obiettive dell’economia capitalistica
3. La trovata “geniale” di Attac
Versione PDF

“Il terrorismo inscenato” – opinioni ufficiali e dissenzienti sull’“undici settembre”
Teorie della congiura – come si dà una sbirciata dietro la facciata…
... e perché si vuole farlo.
Ordinaria follia I: La teoria della congiura e i suoi critici
Ordinaria follia II: Il ruolo della congiura e della sua teoria nella storia universale
Versione PDF

Appendice
Spiegazione dei termini tedeschi “Sachzwang” e “Standort”
Sachzwang
Standort
Versione PDF


© GegenStandpunkt Verlag 2005